Il vostro partner è un narcisista? Ecco come capirlo

Nel 2006 la psicoterapeuta Umberta Telfener ha scritto un ottimo libro dedicato alle donne innamorate di uomini narcisisti (“Ho sposato un narciso“, Castelvecchi, 2006), un manuale divulgativo di “sopravvivenza” che illustra gli aspetti salienti della personalità narcisista e soprattutto come le personalità narcisiste entrano in relazione con il/la partner.

Il tema è molto caldo. Noi clinici ravvisiamo sempre di più che i disturbi narcisistici e, comunque, la presenza di tratti narcisistici di personalità nei nostri pazienti sono in costante aumento, un aumento probabilmente figlio della nostra cultura che tende a sostenere e premiare l’individualismo a scapito della coralità e il successo personale a scapito del legame con gli altri.

Il disturbo di personalità narcisistica è un disturbo cronico, pervasivo, che ha un impatto notevole sulla vita di relazione di chi ne soffre. La presenza di tratti narcisistici di personalità in una persona non implica necessariamente la presenza di un vero e proprio disturbo ma, in entrambi i casi, essere in relazione con un narcisista non è semplice. I narcisisti sono soggetti che tendono a denigrare e sminuire l’importanza degli altri con lo scopo (quasi sempre inconsapevole e non intenzionale) di affermare sè stessi e il proprio valore. Allo stesso tempo, però, i narcisisti hanno personalità affascinanti, carismatiche ed estremamente seducenti, capaci di conquistare e fare sentire il/la partner estremamente bene. Sono soggetti quasi sempre impegnati in imprese grandiose, immersi anima e corpo in progetti importanti.

Avere un partner narcisista è un’esperienza emotivamente impegnativa, nel bene e nel male. Se l’inizio di una relazione con un narcisista è quasi sempre carico di adrenalina ed emozioni positive, man mano che la relazione va avanti le cose diventano più complesse e meno piacevoli.

Ecco alcuni atteggiamenti tipici che il narcisista ha nei confronti del partner.

Isolamento del partner

Perchè vai a trovare i tuoi? Ci sei andata il mese scorso”, “Perchè esci con le tue amiche?Che motivo hai?”

Il narcisista tende a isolare il/la partner dal suo mondo, dalle sue amicizie e dalla sua famiglia. Lo fa perchè tende a vedere pericoli in tutte le persone che potenzialmente possono scalzarlo dalla “supremazia relazionale” che ha sul partner.

Sospettosità

Il narcisista è solito flirtare senza troppi sensi di colpa, non è detto che tradisca (anche se spesso accade) ma adora piacere agli altri e la conquista è il suo sport preferito. Proprio per questo tende ad essere molto sospettoso con il suo/la sua partner e ad accusarlo/la spesso di flirtare e/o di tradire. Accade dunque, se si è partner di un narcisista, di ricevere (spesso ingiustamente) accuse infondate di tradimento. Si tratta del meccanismo della “proiezione”, in altri termini il narcisista “proietta” sul partner i suoi personali desideri di “conquistare” e di tradire e si convince che appartengano anche al partner. Non riesce a distinguere tra ciò che accade della sua mente e ciò che accade nella mente del suo partner.

Attribuzione di responsabilità

Come detto prima, il narcisista è potenzialmente un traditore perché ama essere lusingato e ama conquistare. Quasi sempre, quando il suo tradimento viene scoperto, il narcisista ne attribuisce la responsabilità al partner.”Non mi sei stata abbastanza vicina e ho sentito il bisogno di farlo”, “Ti occupi più dei figli e della casa e poco di me e io avevo bisogno di affetto“, queste motivazioni non sono del tutto fasulle, il narcisista ha realmente un bisogno smisurato di sentirsi al centro della vita del suo partner, quando ciò non accade si arrabbia molto e può tentare di vendicarsi con un tradimento. Il punto, però, è che in una relazione normale, un partner che si sente trascurato comunica le sue emozioni e il suo stato d’animo e cerca soluzioni all’interno della coppia, il narcisista ferito, invece, non lo fa e tira in ballo il suo stato d’animo solo quando viene scoperto e solo con lo scopo di ferire l’altro e discolparsi.

Eccessivo criticismo del partner narcisista

Il narcisista è sempre molto critico verso il prossimo, a volte denigratorio e sprezzante. Questo modo di essere non risparmia nemmeno figli e partner. “Nostro figlio è una capra a scuola, deve impegnarsi di più!”. “Ti sei vestita in modo orribile!”, “Dovresti perdere peso, quella pancetta non va bene”. Il narcisista coltiva un’immagine grandiosa di sè nella quale tutto ciò che lo circonda è perfetto ed è al posto giusto. Quando qualcosa non coincide con questa immagine il narcisista è profondamente turbato, sente minacciato il suo valore e ritene di dover “ristabilire l’ordine” in ogni modo.

Esplosioni di rabbia

Infrangere anche solo una regola di un partner narcisista significa subire esplosioni di violenza verbale (e a volte anche fisica) incontenibili. Per il narcisista, l’infrazione di una regola da parte del partner coincide con una profonda ferita e, di norma, un narcisista ferito diventa rabbioso al punto, spesso, da non comprendere qual è il limite.

E’ sempre colpa degli altri

E’ molto difficile che un narcisista ammetta di avere delle colpe. Sul lavoro, con la famiglia di origine, con il partner, il narcisista non riconosce quasi mai il suo ruolo nel determinarsi degli eventi negativi, che si tratti di attriti, difficoltà o tensioni. La colpa è sempre degli altri, sono sempre gli altri ad avere dei problemi, sono sempre gli altri a non capire cosa è giusto. Riconoscere di avere delle responsabilità significherebbe, per il narcisista, riconoscere di avere dei limiti, di essere fallibili e questo per un narcisista è davvero molto difficile, in alcuni casi impossibile.

Realizzare di essere in relazione con un narcisista è qualcosa che, di norma, avviene quando il rapporto è in crisi o quando si è in una fase di profonda sofferenza. I comportamenti eccessivi del narcisista che, in una prima fase della relazione, potevano sembrarci stravaganti ma erano bilanciati dal calore, dalla passione e dall’adrenalina tipici della fase di “luna di miele” cominciano a sembrare insostenibili e soprattutto non modificabili.

In effetti, il narcisista, quando parliamo davvero di narcisista, difficilmente cambia. Tutte/i coloro che, dunque, una volta compreso di avere un partner narcisista, sentissero di volersi impegnare a fondo con l’obiettivo di farlo cambiare, nella stragrande maggioranza dei casi sono destinate/i a fallire. Solo in una minoranza di casi, quelli meno severi, per la verità, la crisi coniugale o altri eventi dolorosi rappresentano per il narcisista ferite così profonde da determinare il desiderio di cambiare e migliorare.

Gli eventi della vita, a volte, e la psicoterapia possono aiutare un soggetto narcisista a comprendere e rivedere alcune parti di sè e a migliorare la qualità della propria esistenza e di coloro che gli stanno accanto.